Natale ad Ustica – 

Manca poco più di un mese al Natale e ad Ustica si respira già aria di Novena Natalizia. In Sicilia, l’usanza di celebrare la novena natalizia ( a nuvena )  affonda le sue radici in un lontano passato e, ancora oggi, sopravvive in alcuni paesini dell’Isola.
A “nuvena” la riconosci subito nel momento in cui cominci  ad udire l’inconfondibile suono delle cornamuse, che riecheggia in tutto il paese, nelle piazze, per le vie, fino all’ ingresso delle chiese. A Ustica, dalle 5 del mattino, dal 15 al 24 dicembre molta gente va in giro per il paese accompagnata dalla Banda suonando e cantando canzoni natalizie come sveglia per la Messa, e per tradizione il gruppo si ferma davanti l’uscio di alcune case dove è usanza offrire un’ottima colazione fatta da  caffè e cassatelle, – il dolce caratteristico dell’isola di Ustica da gustare durante il periodo natalizio, una vera prelibatezze della tavola come la tradizione comanda – dopo di che, tutti alla Messa. Fino a qualche anno fa, chi partecipava alla novena andava in giro bussando alla porta delle abitazioni per raccogliere regali per i bisognosi, suonando e cantando senza pensare al freddo che faceva, accompagnati da un asinello con i cesti appesi al basto che servivano a contenere i regali ed affrettarsi a rincorrere il momento in cui ci si ritrovava tutti riuniti in chiesa per intonare le canzoni del Natale. Dopo la Messa, come da tradizione, si preparava il “pane cunzato” con pomodori schiacciati, sale, pepe e origano. Negli ultimi 10 anni la partecipazione alla novena è più ampia e tutto è diventato più sofisticato, si organizza il Presepe vivente giù al Palchetto e durante le Novene si programmano delle fermate speciali come al Mulino, Specialità di Maria Cristina, dove gli usticesi sono vestiti in costumi biblici come i tre Re Magi, pescatori e altri personaggi e accolgono i partecipanti alla Novena con caffè, dolci, cornetti, sfogliatelle, baba’.

La Novena di Natale ad Ustica rappresenta senz’altro una speciale attrattiva turistica rivolta a tutti coloro che volessero trascorrere qualche giorno sull’ isola durante il periodo natalizio, per poter conoscere ed ammirare l’isola ed il suo fascino invernale.

Ringraziamo Agostino Caserta per il suo contributo

1957 – foto di gruppo dopo la Messa con i regali raccolti durante la giornata della Novena

Share This